È passato poco più di un anno dalla fusione fra Wind e Tre che ha ridotto il mercato della telefonia mobile in Italia ad un triopolio fra quest’ultimo soggetto, Tim e Vodafone. In un mercato che sembrava ormai essersi cristallizzato ecco irrompere la francese Iliad, che sbarca in Italia con un’offerta speciale per il suo primo milione di clienti: 30 GB di internet (2GB negli altri paesi UE), chiamate illimitate (anche verso alcuni paesi esteri) e SMS illimitati per 5.99 euro al mese.

La strategia di Iliad

Troppo bello per essere vero? Verosimilmente si tratta di una strategia aggressiva per conquistare il nuovo mercato italiano, temporalmente limitata al raggiungimento del milione di clienti. È lo stesso AD di Iliad Italia, Benedetto Levi, ad assicurare che non c’è nessun costo aggiuntivo: il cliente finale non dovrà insomma sostenere costi relativi a servizi quali hotspot, verifica del credito e segreteria telefonica; non ci saranno inoltre rimodulazioni relative al prezzo, che resterà ancorato alla tariffa concordata nel momento dell’acquisto della SIM.

Chi c’è dietro Iliad?

Ma chi c’è dietro Iliad? Si tratta di un’azienda francese fondata nel 1991, che ha già scompaginato il mercato della telefonia mobile d’oltralpe attraverso il marchio Free Mobile, lanciato nel 2011. Attualmente Free Mobile è il secondo operatore mobile in Francia grazie ad una strategia aggressiva basata sui prezzi concorrenziali, modello che si intende riproporre anche in Italia. Va peraltro fatto notare come Iliad conosca già il mercato italiano, essendo stata fino al 2016 azionista di Telecom Italia.

La rete di Iliad

E dal punto di vista tecnico? La rete Iliad è ancora in fase di completamento, ma i francesi garantiscono che la copertura è comunque assicurata appoggiandosi alla rete Wind-3 per il roaming, grazie ad un accordo decennale. C’è da dire che effettivamente al momento è difficile verificare la disponibilità di una copertura sul sito di Iliad per problemi tecnici, anche se Levi assicura la disponibilità di reti 2G, 3G e 4G+. Per conclusioni più esaurienti sulle performance della rete Iliad e del roaming con la rete Wind-3 è quindi bene aspettare qualche giorno.

Le possibili conseguenze

Cosa può portare l’ingresso di questo nuovo protagonista al mercato della telefonia mobile in Italia? C’è da dire che Vodafone, Tim e Wind-3 si sono attrezzate da tempo per l’arrivo di questo nuovo competitor, lanciando diverse nuove offerte a prezzi sensibilmente più bassi rispetto al passato. C’è da aspettarsi che la corsa al ribasso continui, con Iliad impegnata a ritagliarsi una propria quota (l’obiettivo è il 15% entro la fine del 2018) e le tre concorrenti che cercheranno di tagliarla fuori dal mercato abbassando a loro volta le tariffe. A tutto vantaggio dei consumatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!