Oggi è il grande giorno: finalmente i nuovi iPhone XS e XS Max sono disponibili negli Apple Store italiani, mentre per l’iPhone XR si dovrà aspettare il 19 ottobre per i pre-order e il 26 ottobre per la release ufficiale. Ma quali sono le differenze fra i nuovi dispositivi e l’iPhone X, uscito lo scorso anno in occasione del decimo anniversario di iPhone?

Le dimensioni

Confrontando l’iPhone X e l’iPhone XS, entrambi presentano un display da 5.8 pollici, con funzionalità simili. Il modello più recente gode tuttavia di un vetro più resistente, con una certificazione di resistenza salita da IP67 a IP68. L’iPhone XS Max si differenza ovviamente dagli altri due modelli, a causa del display da 6.5 pollici (rimanendo tuttavia in linea con un iPhone 8 Plus in quanto a dimensioni).

Lo schermo

Entrando nel dettaglio, l’iPhone XS Max si differenzia dagli altri modelli anche per una risoluzione che passa da 1125×2436 a 2688×1242, con un aumento da 2.7 milioni a 3 milioni di pixel, mantenendo tuttavia la densità di 458 ppi.

Le prestazioni

Un miglioramento sicuramente più incisivo si è avuto in termini di processore, con l’installazione di Apple A12 Bionic in luogo di Apple A11 Bionic che caratterizzava l’iPhone X. Le prestazioni del nuovo chip sono superiori del 15%, con un consumo di potenza che arriva tuttavia al 50% in meno. Miglioramenti meno incisivi si registrano anche sul versante di Face ID e della ricarica wireless.

La batteria

L’ottimizzazione energetica di A12 Bionic si fa sentire quando si va a prendere in considerazione la durata della batteria: quella di iPhone XS ha infatti 30 minuti di autonomia in più rispetto a quella di iPhone X, che salgono a 90 se si prende in considerazione l’iPhone XS Max.

Curiosamente la batteria di iPhone XS è da 2658 mAh, inferiore rispetto ai 2716 di iPhone X: il vantaggio in termini di durata è quindi tutto dovuto alla maggiore efficienza energetica del nuovo processore e del sistema operativo iOS 12, piuttosto che alla capacità delle batterie. Questa maggiore efficienza sarà ancor più evidente su iPhone XR, la cui batteria ha la stessa potenza di X, e su XS Max che la migliora con i suoi 3174 mAh.

La fotocamera

Il sensore della doppia fotocamera da 12MP resta invariato rispetto ad iPhone X, ma essendo aumentate le dimensioni vengono prodotte  immagini di qualità superiore e più ricche di dettagli. Vi sono inoltre miglioramenti al flash, ai tool di perfezionamento delle immagini, alla modalità Ritratto e alla funzione Smart HDR.

La memoria

Sia XS che XS Max segnano il passaggio degli iPhone da 3 a 4GB di RAM, e sono entrambi disponibili nei tagli da 64, 256 e 512 GB.

Da questo punto di vista a distinguersi sarà il più economico XR, che manterrà i 3GB di RAM di iPhone X e sarà commercializzato nei tagli da 64, 128 e 256 GB.

Dual SIM con eSIM

Tutti i nuovi melafonini (XS, XS Max e XR) saranno dual SIM, per la prima volta nella storia di iPhone. E’ però importante notare come una delle due SIM dovrà necessariamente essere una eSIM, che al momento quasi nessun operatore italiano supporta (la significativa eccezione è l’eSIM che Vodafone già offre per gli Apple Watch 4).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!