Come avevamo riportato qui, Microsoft ha ufficialmente annunciato Windows 11 lo scorso 24 giugno. Da allora ha rilasciato quattro versioni versioni beta del sistema operativo, a beneficio degli utenti iscritti al programma Insider.

I malware.

Ovviamente anche in questo caso i pirati informatici non hanno perso tempo, sfruttando la curiosità verso il nuovo sistema operativo per produrre malware che si spacciano per installer di Windows 11.

Il pericolo.

In particolare, il noto produttore di antivirus Kaspersky segnala che esiste un file chiamato “86307_windows 11 build 21996.1 x64 + activator.exe” da 1.75 GB diffuso tramite canali illegali. Si tratta di un eseguibile, che a sua volta scarica un altro eseguibile, il quale installa una vera e propria “compilation di malware” capace di scaricare materiali indesiderati, rubare le password, intasare il computer con pubblicità e altro ancora.

Cosa fare.

Ovviamente, si tratta di un problema facilmente risolvibile limitandosi a scaricare Windows 11 dalle fonti ufficiali Microsoft. Peraltro non c’è nessuna ragione per rivolgersi alle vie illegali: la semplice iscrizione al programma Insider basta per scaricare il file, se si possiede Windows 10 e si soddisfano i requisiti tecnici minimi.

Il consiglio.

E’ bene inoltre ricordare che si tratta sempre e comunque di build preliminari, dato che per avere il sistema operativo vero e proprio bisognerà attendere ancora qualche mese. E’ quindi comunque rischioso installarlo su PC che contengano dati importanti, dato che si tratta di un software ancora in sviluppo e che potrebbe quindi legittimamente contenere bug anche importanti. Il consiglio è quindi quello di eseguirlo tramite macchina virtuale per la massima sicurezza, o almeno di farlo in computer che non contengano dati particolarmente sensibili.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!