Nell’ultima decina d’anni il settore degli smartphone ha conosciuto incredibili migliorie software e hardware, ma ben poco è cambiato in termini di design. Dall’introduzione della tastiera virtuale come standard in poi, le differenze nella struttura degli smartphone fra un modello e l’altro sono sempre state minimali.

L’idea di Samsung

Sembra che sia proprio questa la direzione in cui sta investendo Samsung, per differenziare la sua offerta dagli aggressivi competitor cinesi (Hauwei e Xiaomi su tutti) e dall’eterno rivale Apple. Si parla infatti da anni dello sviluppo di uno smartphone pieghevole da parte della casa coreana, anche se non sono mai giunti riscontri a livello ufficiale né tanto meno tempistiche.

Il prototipo

Giova comunque ricordare che Samsung ha già presentato il prototipo di un dispositivo molto simile nel 2013, durante il CES di Las Vegas. Si trattava di un device dotato di due display da 4.6″ e 7.3″, il primo da utilizzarsi in una forma più chiusa e compatta e il secondo ottenibile “aprendo” il dispositivo proprio come un libro, e trasformandolo di fatto in un piccolo tablet.

News imminenti?

Si parla da anni di questo progetto, ma stavolta sembra che ci sia davvero qualcosa di concreto. Sono stati infatti trovati riferimenti allo smartphone pieghevole nel codice dell’aggiornamento di Samsung Galaxy S9 ad Android 9. In particolare è emerso il nome in codice “Winner” e il nome completo “winnerlte”, che farebbe pensare alla presenza di Exynos, il System-on-a-chip di Samsung.

Samsung Developer Conference

L’occasione perfetta per presentare almeno un’anteprima per il modello è la Samsung Developer Conference che si terrà il 7 e l’8 novembre. L’argomento principale della convention sarà l’intelligenza artificiale e l’internet delle cose, ma si parlerà anche di “prodotti innovativi”. Definizione nella quale sicuramente rientrerebbe uno smartphone che riscrive canoni ormai consolidati da una decina d’anni.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!