Un mese dopo l’uscita dei “fratelli maggiori” iPhone Xs e Xs Max, da oggi è finalmente disponibile anche il più economico iPhone Xr. Nonostante le scorte limitate, gli Apple Store lo stanno distribuendo anche a chi non ha usufruito delle prenotazioni (disponibili dal 19 ottobre).

Il prezzo

La caratteristica fondamentale di questo modello è sicuramente il prezzo: iPhone Xr viene infatti venduto a partire da 889 euro (64 GB), con due ulteriori modelli da 949 euro (128 GB) e 1059 euro (256 GB). Si tratta insomma dell’unico iPhone della “generazione X” (che comprende X, Xs, Xs Max e Xr) il cui prezzo di lancio sia sotto la fatidica soglia dei 1000 euro.

Rapporto qualità/prezzo

A queste cifre, iPhone Xr ha tutte le carte in regola per essere il miglior iPhone di sempre per rapporto qualità/prezzo. A dispetto della differenza notevole in termini di prezzo, infatti, con i più recenti modelli Xs e Xs Max ci sono più somiglianze che differenze.

Lo schermo

La differenza più importante riguarda sicuramente lo schermo, le cui dimensioni da 6,1 pollici si collocano a metà fra i 5,8 di X/Xs e i 6,5 di Xs Max. Con questo modello torna su un melafonino il display LCD, utilizzato l’ultima volta con iPhone 8 Plus e sostituito con il più performante OLED con iPhone X.

La fotocamera

Altra importante differenza riguarda sicuramente la fotocamera posteriore singola, al posto della doppia tipica degli altri modelli della “generazione X”. Le specifiche delle fotocamera restano tuttavia inalterate, come identiche restano le feature caratteristiche come il riconoscimento del volto Face ID e il controllo di profondità.

Le prestazioni

Dal punto di vista delle mere prestazioni in realtà Xr ha ben poco da invidiare a Xs e Xs Max, essendo anch’esso basato sul processore Apple A12 Bionic (superiore quindi ad iPhone X col suo Apple A11 Bionic). Rispetto a Xs e Xs Max è stata tuttavia sacrificata la funzionalità 3D Touch, rimpiazzata dal più tradizionale Haptic Touch.

La batteria

Le prestazioni inferiori del display, a parità di processore, portano in dote un “effetto collaterale” estremamente positivo: la batteria di iPhone Xr è la più longeva fra quelle della “generazione X”, garantendo una media di 25 ore di conversazione contro le 20 di iPhone Xs.

I colori

Rispetto ai parenti più stretti, Xr si “sbizzarrisce” nella disponibilità di colori. Il nuovo iPhone è infatti acquistabile in sei differenti colorazioni: bianco, nero, giallo, blu, corallo, rosso (parte dei ricavati di quest’ultima colorazione saranno devoluti al Global Fund per la lotta all’AIDS).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!