In virtù dei vari decreti per arginare l’emergenza coronavirus, per molte aziende lo smart working da casa è rimasto l’unico modo per portare avanti l’attività. Il fatto di essere a casa tuttavia non diminuisce certo la necessità di cyber security, quindi è bene tenere a mente alcune semplici regole per un’esperienza il più sicura possibile.

VPN e firewall.

La precauzione più importante è forse l’utilizzo della VPN (Virtual Private Network) per quando si rende necessario l’accesso a un server, un computer o comunque una macchina presente nella sede centrale. La VPN è una specie di tunnel crittografato che si assicura di criptare le informazioni scambiate fra casa e lavoro. Altrettanto importante è il firewall, che impedisce connessioni non richieste in entrata: Windows e Mac lo hanno di sistema, basta verificare che sia attivo.

Sistemi di backup.

Se è ormai pratica consolidata effettuare backup dei dati sensibili negli uffici, è bene ricordato che per il lavoro casalingo sia forse ancor più necessario: a casa abbiamo infatti tipicamente macchinari meno potenti, che possono rompersi o bloccarsi più facilmente. Non serve necessariamente qualcosa di complicato, basta anche una semplice chiavetta.

Cambiare nome e password del router.

Sovente il nome (SSID) dei WiFi domestici non viene cambiato, così come la password viene lasciata quella di default. Si tratta di una pratica già pericolosa per un utilizzo casalingo, ma che diventa assolutamente inaccettabile se la vostra rete casalinga viene utilizzata a fini lavorativi.

Aggiornare tutto.

Sistemi operativi, antivirus, software: bisogna aggiornare tutto all’ultima versione disponibile. Tramite gli aggiornamenti infatti i sistemi operativi sistemano importanti vulnerabilità di sistema, gli antivirus tengono il passo con le ultimissime minacce e i software correggono eventuali bug sfruttabili da malintenzionati.

Attenzione a phishing e truffe.

Un consiglio sempre molto valido è quello di seguire le regole base della Mail Security, in particolare in questo periodo i malintenzionati nascondono file malevoli su mail a tema coronavirus, sfruttando la paura generalizzata.

Al vostro servizio.

In tutto questo, vi ricordiamo che in ottemperanza delle normative vigenti i servizi di MelaC restano assicurati da remoto, mentre possiamo garantire solo gli interventi on-site più urgenti. Se doveste aver bisogno di aiuto nel predisporre lo smart working nella vostra azienda, abbiamo esperienza nel settore e possiamo aiutarvi.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!