Fra le innumerevoli truffe diffuse via internet, merita particolare menzione per la sua natura particolare il ban-as-service: si tratta sostanzialmente di far sospendere o addirittura cancellare l’account social di qualcuno (solitamente un’azienda, un personaggio pubblico o comunque qualcuno che con i social lavora) in modo da causargli un danno, spesso su commissione operata da qualche concorrente.

Instagram.

Motherboard ha pubblicato un’interessante ricerca sul fenomeno nel social network Instagram, di proprietà di Facebook. In questo caso i criminali informatici offrono ad eventuali “clienti” interessati il servizio al prezzo di 60 dollari.

Il profilo rubato.

Il meccanismo della truffa è tanto semplice quanto ingegnoso, e prevede innanzi tutto la presenza di un account verificato (“con la spunta” che certifica la sua effettiva autenticità) preventivamente rubato dai criminali.

Copia & incolla.

A questo punto il truffatore modifica il profilo in modo che sia IDENTICO a quello del bersaglio: stesso nome, stesse foto, stessa bio, stessa descrizione. In questo modo crea una copia esatta del profilo della vittima… con la “spunta” di account verificato.

La segnalazione.

A questo punto i truffatori segnalano il profilo della vittima come “clone” del loro. E Instagram, di fronte alla segnalazione di un profilo verificato, provvede a bannare l’ignara vittima della truffa.

La beffa.

60 euro per un truffatore potrebbero sembrare effettivamente pochi. Questo perché il grosso del guadagno non viene estorto al committente, ma alla vittima. Una volta realizzata la truffa, infatti, i truffatori contattano la vittima fingendosi volenterosi disposti ad aiutare a riavere indietro l’account… per un compenso che va dai 3500 dollari in sù.

Nessuna prevenzione.

Il brutto di questa truffa è che non è possibile nessuna forma di prevenzione, se non quella (generica) della persona a cui è stato inizialmente rubato l’account verificato. Trattandosi non di dati rubati o credenziali sottratte, ma del social network stesso che esclude un account, non è possibile fare assolutamente nulla preventivamente.

Cosa fare?

Se si viene colpiti da questa truffa, l’unica cosa da fare è contattare il Centro Assistenza di Instagram e richiedere il ripristino dell’account. E’ importante tuttavia rilevare come il ripristino non sia in alcun modo garantito, secondo i termini di servizio del social network.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!