Sono ormai sempre più i dispositivi che sfruttano Internet per comunicare fra di loro e con l’esterno, dando vita a vere e proprie reti aziendali o domestiche. Uno dei settori in cui si registra questa tendenza è sicuramente quello della videosorveglianza, in cui le telecamere connesse ad internet tramite WiFi stanno soppiantando quelle che sfruttano il vecchio metodo di collegamento tramite coavi coassiali. I vantaggi della transizione sono tanto evidenti quanto innegabili, ma ciò non significa che nell’impianto di una rete di telecamere WiFi non esistano rischi, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza dei dati.

Il modello

Innanzitutto il modello da acquistare va valutato attentamente. Questo perché molti produttori usano software con protocolli di sicurezza inadeguati, rendendo le loro telecamere fra i device più facili da hackerare in assoluto. Ad esempio il ricercatore Pierre Kim ha recentemente scoperto una grossa vulnerabilità su un tipo di telecamera usata da molti marchi cinesi low-cost, che consente ad eventuali hacker di ricevere/pubblicare le immagini in streaming o addirittura prendere il controllo del dispositivo.

Gli aggiornamenti

Fondamentale anche aggiornare costantemente il firmware in modo da essere sempre preparati ad affrontare anche le più recenti fra le minacce via web. Si tratta di un punto fortemente collegato al primo, perché solitamente i produttori low-cost che utilizzano software vulnerabili non rilasciano aggiornamenti correttivi.

Le password

Vanno inoltre scartate a priori le telecamere che usano chiavi di sicurezza troppo corte. Alcuni modelli hanno addirittura password a quattro cifre, veri e propri inviti all’intrusione anche per il più modesto fra gli hacker. Se ne avete la possibilità ovviamente usate password sicure, cambiandole regolarmente.

Le funzioni

Un altro accorgimento utile è quello di disattivare le funzioni non strettamente necessarie, in modo da ridurre i canali che i pirati informatici possono utilizzare per arrivare al vostro dispositivo.

Se questi accorgimenti non dovessero venire soddisfatti, il rischio che un sistema di sicurezza si tramuti in un sistema di violazione della vostra privacy è concreto.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!