Con una mossa a sorpresa Apple ha presentato la nuova coppia di MacBook Pro 2018, nelle versioni da 13″ e 15″. Si tratta di macchine pensate per offrire prestazioni al top e al tempo stesso versatilità d’uso, in modo da venire incontro (in modo particolare) a tutte le categorie di professionisti. A seguito le novità principali dei nuovi modelli.

Processori

Il primo e più importante cambiamento riguarda i processori: rispetto ai modelli del 2017, il 13″ passa da dual-core a quad-core mentre il 15″ passa da quad-core ad exa-core (garantendo, secondo la Mela, il 70% di velocità in più rispetto alla generazione precedente). In entrambi i casi si parla dei nuovissimi modelli Intel Coffee Lake.

RAM

La memoria RAM di base è di 8 GB per il modello 13″ e 16 GB per il 15″, in quest’ultimo caso finalmente espandibile fino a 32 GB.

Display

Novità importanti anche dal punto di vista del display: per la prima volta arrivano su MacBook Pro i display Retina con True Tone, pensati in modo da adeguare automaticamente le tonalità di bianco a seconda della luce ambientale, offrendo un’esperienza più naturale e meno stressante a tutti coloro che hanno esigenza di restare dinnanzi allo schermo per molte ore. Per chi fa uso di display esterni Apple mette inoltre a disposizione questa tecnologia per Apple Thunderbolt e LG UltraFine (5K e 4K).

Grafica

Per quanto riguarda la grafica, il MacBook Pro da 13″ supporta la scheda grafica integrata Intel Iris Plus Graphics 655 (640 per il modello senza Touch Bar), mentre il 15″ sfrutta Intel UHD 630. Alcuni modelli 15″ prevedono, automaticamente o opzionalmente, la doppia scheda grafica con l’affiancamento di una Radeon Pro 560X.

Chip

Altro importante cambiamento riguarda l’introduzione del chip proprietario Apple T2, in grado di migliorare le prestazioni della fotocamera, dell’unità SSD e il livello di sicurezza generale dei nuovi MacBook Pro. Inoltre consentirà di attivare Siri tramite il comando vocale “Hey Siri”, proprio come su dispositivi mobili.

Personalizzazione

Sono stati effettuati cambiamenti anche per quanto riguarda la parte meccanica, con nuove tastiere più silenziose e più resistenti. Sarà inoltre possibile personalizzare le macchine con SSD fino a 4TB per i 15″ (2TB per i 13″), per quanto i test abbiano sottolineato che già di base i MacBook Pro 2018 sono i portatili più veloci di sempre, con un miglioramento netto rispetto alla generazione precedente, il più notevole dal 2011. Per supportare una simile potenza di calcolo anche la batteria ha aumentato del 20% la sua capacità, sfruttabile al massimo grazie al nuovo macOS 10.14 Mojave.

Prezzi

Per quanto riguarda i prezzi, assicurarsi uno dei MacBook Pro 2018 comporta una spesa fra 1550 euro (13″ senza Touch Bar) e 3400 euro (15″ con 16GB di RAM). Sono ovviamente da calcolare a parte le personalizzazioni di SSD, CPU e scheda grafica.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!